IL SALUTO DEL PRESIDENTE OLIVIERI




In data 4 Settembre 2012 si è costituita formalmente, con la elezione del Direttivo e la sua registrazione “
L’associazione Interregionale Polizia Locale e Municipale” - www.assinter-polizialocale.it

Le motivazioni per cui nasce una associazione, piuttosto che altro movimento od organizzazione, possono essere le più svariate.

Esiste però sempre un fatto, una occasione, un’idea che fà da catalizzatore e trasforma in atti concreti quelli che fino ad un attimo prima erano bisogni o aspirazioni di fatto latenti e comunque allo stato potenziale.

La nascita di questa associazione non si discosta da questo copione.

Spesso la creazione di una associazione va a colmare uno spazio vuoto come può esserlo la mancanza di solidarietà, di socialità, di funzionalità, di efficacia o come può essere la mancata risposta di enti o istituzioni ai bisogni della categoria.

Alla base di ciò c’è un disagio, un sentire comune e diffuso, un dubbio o forse una consapevolezza che i vantaggi che “l’uomo“ può trarre dalla sua attività, dal suo lavoro, talvolta richiedono sinergia e conoscenza.

I membri del comitato promotore si sono costituiti in associazione proprio per la consapevolezza che si tratta di un disagio diffuso. Lo scorso inverno durante un seminario, in molti avevano espresso preoccupazione palesemente manifestata. Se è vera la regola per la quale le brutte notizie fanno più clamore delle buone e che quindi non ci si deve allarmare senza prima aver fatto le verifiche del caso, è altrettanto vero che non si devono sottovalutare quei segnali, anche deboli, che vengono dalla voce dei diretti interessati e colleghi.

Le differenze sono territorialmente tangibili e palpabili.

Le difficoltà prese singolarmente non hanno gran significato, se prese a sé stante e isolate dal contesto, ma induce al dubbio per capirne l’importanza, la positività o la negatività contestuale.

Siamo d’altro canto convinti che se l’attesa serve a posteriori per scrivere la storia di un contesto, quando cioè il guasto è già avvenuto, altri metodi devono essere usati affinché il guasto non si crei e comunque venga prevenuto.

Si comprende perciò l’esistenza di uno spazio vuoto, di una mancanza di comunicazione puntuale e completa che vorremmo colmare, lavorando per un rapporto migliore fra colleghi, per il bene comune con Istituzioni ed Enti, con lo scopo di poter esercitare il diritto alla conoscenza, alla partecipazione, allo sviluppo del territorio e al controllo, sull’operato di chi, in un modo o in altro, è corresponsabile della sicurezza dei cittadini e della salubrità dell’ambiente.

Ecco conseguentemente l’idea di un’associazione con requisiti precisi:
  • senza fine di lucro
  • apartitica
  • con una netta vocazione alla corresponsabile attività preposta.
  • soprattutto propositiva fra i diretti interessati e a favore della collettività.
soprattutto con la finalità del miglioramento della qualità della vita nonché l’innalzamento della partecipazione attiva di tutti alla vita ed alle scelte lasciando intatta l’integrità morale e territoriale.

Fatti salvi alcuni concetti “fondamentali” di libertà, in senso lato, riteniamo che vadano incentivati e promossi tutti i comportamenti e le azioni che contribuiscano ad elevare il grado di cultura professionale ed il benessere fisiologico, attraverso il grado di consapevolezza delle proprie scelte come contributo collettivo.

L’associazione intende perseguire queste le finalità attraverso varie azioni, espresse dello Statuto:

1.Tutelare e valorizzare la figura e le funzioni degli appartenenti alla Polizia Municipale e Locale nella società civile.

2. Promuovere la cultura della sicurezza nei confronti della cittadinanza e delle autorità locali e nazionali a ciò preposte. Svolgendo una costante azione di stimolo e di proposta, per il conseguimento degli obiettivi sociali verso tutte le amministrazioni pubbliche e gli organismi privati che si occupino di educazione civica, sicurezza stradale e del territorio.

3. Creare una sempre più stretta collaborazione e solidarietà sia tra gli appartenenti alla Polizia Municipale e Locale operanti nelle diverse realtà territoriali del nostro Paese.

4. Contribuire alla crescita morale e culturale degli associati nonché al benessere psicofisico degli stessi attraverso l'organizzazione di eventi, corsi, convegni, giornate di studio e altre iniziative anche di natura ludico – didattiche - ricreative.

5. Intraprendere ogni iniziativa a favore dei propri Soci e svolgere qualsiasi attività utile ed opportuna finalizzata al conseguimento degli scopi sociali.

L'Associazione opera a favore degli appartenenti alla Polizia Municipale e alle altre forze di Polizia Locale in servizio e in quiescenza ed a favore dei loro familiari.

Per il nostro compito, da svolgere in modo serio e scientifico, avremo la necessità del contributo di tutti e ai quali ci rivolgeremo, sempre e comunque nell’interesse della collettività.

L’associazione che noi abbiamo immaginato, potrà così svolgere efficacemente il suo compito, raggiungere gli obiettivi che si è posta, solo se avrà una base partecipativa molto ampia, solo se ci sarà un contributo convinto.

Non ci nascondiamo l’impegno che tutto questo potrà richiedere e le difficoltà che incontreremo; lo faremo con l’umiltà di chi conosce i propri limiti e sa quanto sia grande il lavoro da fare.

Ma lo faremo con fermezza ed entusiasmo!!!

I nostri obiettivi, se pur gravosi per impegno, son raggiungibili con la serietà e riusciremo ad essere credibili !!

La sfida sarà vedere quanto questa Associazione sarà in grado di coinvolgerci e quindi agire come fattore di crescita e di mutamento verso i temi che rappresentano in fondo la nostra dichiarazione d’intenti.


Il presidente
Sergio Olivieri